novembre 2013


La Personale di Tommaso Cascella alla Galleria Arte Pentagono a Pescara

TOMMASO CASCELLA: DIARIO DI UN ARTISTA

Una Mostra che vi sorprenderà. “Calendiario“, così è intitolata la Personale di Tommaso Cascella che, presentata a Berlino presso la Galleria Bischof & Bischof, dopo aver toccato le città di Firenze e Lucca approda finalmente anche a Pescara. L’allestimento comprende più di 365 piccole opere, ispirate ad ogni giorno dell’anno, che celebrano la quotidianità in ogni campitura. Ad ogni giorno è dedicato un ricordo, una evocazione, una testimonianza, oltre a circa 20 opere uniche fra dipinti e sculture . Per l’occasione verrà presentato un catalogo edito da Arte Pentagono e tre nuove xilografie ritoccate a mano dall’artista  con interventi in collage.Forti del riscontro positivo avuto in passato con altri Istituti scolastici inoltre, anche questa volta verranno coinvolte alcune scuole primarie, con l’intento di far avvicinare i piccoli all’arte.

Tommaso Cascella jr, classe 1951, vive e lavora tra Roma e Bomarzo. Pittore, scultore, incisore, membro dell’Accademia di San Luca dal 1995, si è occupato anche di editoria, fondando nel 1981 la rivista di arte e poesia “Cervo Volante”, la cui direzione fu affidata dapprima a A. Spatola, poi a E. Sanguineti ed infine ad Achille Bonito Oliva. Eredita la sensibilità artistica dalla famiglia che, dopo il bisnonno Basilio, vide impegnati nell’arte anche il nonno Tommaso e il padre Pietro, per citare solo alcuni nomi. La maturazione artistica dunque è andata di pari passo con la crescita individuale e sempre personale, hanno “respirato” l’arte in casa per così dire, e questo ha fatto si che nella famiglia ci fossero artisti per ben cinque generazioni ! “Ci siano gli uomini, e l’arte verrà”- scrisse il poeta russo Majakovskij, e i Cascella hanno dimostrato quanto questo sia vero!
La sua prima Personale data 1985 e ad oggi Tommaso Cascella vanta più di 100 Mostre personali. Tra il 1995 e il 1999 partecipa ad alcune tra le più importanti rassegne nazionali come la Biennale di Scultura di Gubbio, la Quadriennale di Roma, la Biennale di Xilografia al Castello di Carpi.Espone anche alla Reggia Di Caserta, Palazzo dei Priori di Certaldo, al Palazzo Orsini di Bomarzo, e in altre realtà museali in diverse città estere come Tokyo (in cui è esposta una sua scultura in bronzo), New York, Francoforte, Taiwan ecc…
“Cielo rovesciato”
Nel 2011 partecipa, con la grande scultura “Cielo rovesciato”, alla 54° Biennale di Venezia, nella sezione di Roma presso Palazzo Venezia
con grande successo di critica.   Le sue sculture sono  innervate dal suo inconfondibile “segno”, sempre alla  ricerca di linguaggi e materiali diversi spaziando persino nel mondo dell’oggetto di design. La verità è che l’arte di Tommaso Cascella sfugge a qualsiasi etichetta e, forse è proprio lui a spiegarci il perchè quando dice: ‘…accolgo sulla tela la vita e le mie mani raccontano cose che non sò, verità che rimangono oscure e indicibili se non con balbettii, segni, colori, graffi, simboli…’. Questa “indicibilità” del vivere si riflette sulle opere, che sono ora composizione cubista della figura umana, ora gioco astratto di linee e forme che guidano lo sguardo fuori dai limiti del quadro, ora evocazione di un’antica e primordiale comunicazione segnica. A volte le tecniche adottate rendono i quadri tridimensionali, esponendoli ad un gioco “tattile” che sorprende e stupisce, coinvolgendo così tutti i sensi nell’osservazione. Con collages, incisioni, graffi, e colori vivaci infatti, Tommaso Cascella fa vibrare le opere di vita propria, come se fossero dei piccoli teatri su cui va in scena il tempo che scorre, la vita che sfugge.
Con il patrocinio della Regione Abruzzo, del Museo delle Genti d’Abruzzo, della Provincia e del  Comune di Pescara e del FAI Delegazione di Pescara.
Di Lorito Perside

PESCARA
Info: GALLERIA ARTE PENTAGONO
Via Nazionale Adriatica Nord 15
T/F  085/74528
Orari Mostra : lunedì-sabato 10-13/ 17-20
Chiuso il lunedì mattina