luglio 2013



Mercoledì 31 luglio 2013

ore 10.30

nella Sala Gialla della Provincia di Isernia

(Via Berta)

si svolgerà la CONFERENZA STAMPA

di presentazione  della 39esima edizione del Sannita Teatro Festival 2013

 

L’amministrazione comunale di Pietrabbondante (IS) e il direttore artistico Mario Baldini, incontrano la stampa e quanti vorranno partecipare, per illustrare il  programma della nuova stagione teatrale.

Ci saranno anche gli attori.

 

Dal 6 al 16 agosto, a giorni alterni, la splendida ed unica cornice del teatro sannitico di Pietrabbondante, ospiterà, mentre il cielo lascerà spazio al tramonto (ore 19.30), 6 spettacoli. Il pubblico potrà accomodarsi anche sui sedili di pietra anatomici che un tempo furono fulcro di decisioni politiche ed istituzionali della nazione sannita.

 

Per informazioni:

Mario Baldini

340.7173487

 

 

MANIFESTO SCUOLA FILOSOFICA 2vvvv

l’Italia non è in grado di gestire la propria esistenza e la propria identità. Possiede un capitale unico al mondo superiore a qualunque quantità di oro o di diamanti o di energia industriale elettronica e finanziaria. L’Italia possiede il più grande capitale mondiale che si chiama pensiero artistico, un capitale rilevabile nella storia dell’arte dell’architettura dell’oreficeria della pittura e della scultura. Questo è il nostro capitale che i viventi, solo i viventi possono gestire. Non abbiamo altro. I grandi sistemi finanziari hanno cominciato a smantellarci acquisendo le nostre industrie migliori mantenendone il nome ad appannaggio di un marketing semplice e familiare. La classe decisionale italiana non è in grado di gestire il nostro patrimonio, non è in grado non perché sia meno intelligente di altre classi decisionali internazionali; non è in grado di gestire il proprio patrimonio perché non ne ha possibilità.  Non aspettiamo che i grandi poteri finanziari ci comprino per svalutazione. Avanziamo noi un’offerta. Offriamo la gestione del nostro patrimonio culturale e artistico ai grandi sistemi stranieri: musei ai francesi e agli inglesi, archeologia ai tedeschi, siti artistici agli inglesi e in cambio chiediamo l’affitto. Solo così potremmo riscattare il nostro debito pubblico e avere una gestione efficiente ed efficace del nostro patrimonio artistico unico al mondo. A. p.

 

Barbara Raimondo Un tuffo in un mondo soave e sacro i cui colori gialloarancio vestono forme tonde e generose che sono le donne : contemplare le opere di Tonina Cianca è stato un momento di grande emozione. Grazie Antonio per avere creato un luogo dove l’inconscio e il razionalismo si uniscono in grandi opere d’arte.