dicembre 2012


25 11 2012
Sono qui per portare speranza e aiutare voi esseri umani che vivete in questa era qui sulla terra .
Attraverso me riceverete indicazioni che vi permetteranno di sopravvivere in questo momento
Di grande cambiamento epocale.
A molti popoli era stata data l’informazione, ma molte profezie e molti ammonimenti si sono persi
Nel nulla.
Noi facciamo parte di altri mondi più avanzati nella scala evolutiva e abbiamo imparato a spesa della
Nostra stessa vita cosa significa distruggere un pianeta.
Così come per voi a nulla sono servite le ammonizioni degli esseri luminosi che portavano coscienza e
Conoscenza al nostro popolo.
Siamo qui insieme ai nostri aiutatori per aiutarvi e per dimostrarvi che se volete non tutto andrà perso.
Ho parlato io per darti la speranza e la certezza che non tutto è perduto altrimenti gli esseri di luce non
Si sarebbero mossi per aiutarvi in qualcosa che era già persa.
25 11 2012
Umani ho attraversato molte galassie per giungere a voi
Tutto quello che vedete è destinato a mutare attraverso una nuova visione che avrete della realtà che vi
Circonda.
I veli tra i mondi stanno per scomparire e le maschere che avete indossato per interagire tra voi,anche
Quelle sono destinate a cadere.
Tutto quello che esiste nella vostra memoria cellulare è destinato a breve a riemergere.
Per molti di voi, ciò significherà vedere per la prima volta il proprio vero volto. Non sarà più possibile né mentire né nascondersi poiché ogni cosa sarà ciò che é.
All’interno delle famiglie cesseranno di esistere i soprusi e le prepotente e ogni cosa diventerà condivisione.
26 – 11- 2012

Saluti a voi esseri di questo mondo, noi siamo anche definiti gli aiutatori invisibili per la nostra missione di pace abbiamo bisogno di stabilire dei contatti con esseri umani dotati di apertura telepatica.
Siamo qui per aiutarvi in questo momento molto buio per la terra troppi soprusi accadono troppe ingiustizie non siete più in grado di vedere oltre, siete troppo corrotti perché possiate continuare a vivere senza danneggiarvi.
Malgrado tutti i danni che avete compiuto al vostro pianeta modificando l’atmosfera, gli assetti geologici con continue manipolazioni la vostra energia e il vostro sistema vibratorio si sta modificando. In molti si svilupperà modo di percepire la realtà. Le nuove generazioni sono già predisposte ad una nuova visione. Loro nascono con il terzo occhio già aperto e in grado poi di sviluppare una seconda vista molti di voi però hanno un’energia molto densa e questo creerà problemi di grosse malattie in quanto con la nuova vibrazione non riusciranno ad adattarsi e il corpo svilupperà nuove e terribili malattie. È importante alleggerirsi dalla preoccupazioni anche se può sembrare difficile visto il periodo terribile sul piano sociale che state affrontando , ma è indispensabile che l’uomo impari ad alleggerire il suo sistema energetico. Attraverso il ritrovamento della fede molto potrà cambiare. Per fede intendo il ritorno a Dio attraverso l’emanazione d’amore che solo l’invocazione sacra può dare. Quando parlo di fede non parlo di religioni esse sono state completamente stravolte nei loro principi base. Li avete create solo per creare separazioni tra voi e non per sviluppare i principi che una fede dovrebbe dare come l’amore l’onestà la condivisione e l’umiltà. Con l’apertura del terzo occhio avrete la possibilità di scorgere cose che prima erano celate.
Le emozioni degli altri vi saranno visibili così come inizierete a scorgere altre dimensioni a voi ora invisibili ma che coesistono con voi. Noi siamo qui per dirvi non abbiate paura lavorate sulla crescita della vostra anima purificate le vostre menti e il vostro corpo e nulla vi succederà. Chi sa, chi vede e chi conosce dovrà adoperarsi per aiutare coloro che resteranno ciechi poiché per loro inizierà un periodo molto buio. Con questi messaggi scritti prima degli accadimenti futuri vi aiuteremo a comprendere che un modo di salvezza per voi esiste e che la terra non è destinata a soccombere, ma solo a mutare. Attraverso scienziati illuminati riuscirete a trovare nuove risorse che vi permetteranno nuove e migliori tecnologie senza depredare la vostra madre terra e non sarà più imperante l’economia che ora è più importante della vostra stessa vita.
State distruggendovi per un qualcosa che non esiste. Vivete in una follia collettiva vivete in una falsa paura ricordate solo la vostra anima è eterna tutto il resto è effimero. Moltiplicherete le vostre paure prima che capiate la loro assurdità ma nel momento in cui vi renderete conto che sono paure false ed inutili sorgerà il nuovo uomo libero. Per favorire l’apertura del terzo occhio sarà indispensabile che ognuno di voi acquisisca disciplina nell’esercitarsi e umiltà nel volersi affidare. Ci saranno uomini in grado ciò che impedisce l’evoluzione ed essi dovranno dedicarsi ad aiutare coloro che non riescono dovranno inoltre dedicarsi all’aiuto e all’ascolto. Noi stiamo addestrando questi uomini in tutta la terra.
27 11 2012
Umani abbiamo attraversato molte galassie per giungere da voi e portarvi aiuto in questo momento per voi tanto delicato sappiatevi e comprendervi. troverete nella compassione e nella condivisione le nuove leggi che governeranno la terra.
La consapevolezza che solo uniti potrete sopravvivere vi porterà a cercare nell’altrociò che vi serve per la sopravvivenza.ci saranno un susseguirsi di mutamenti dell’assetto geologico del vostro pianeta e ciò vi porterà a modificare il vostro modo di vivere.
Muterà l’architettura delle vostre abitazioni che diverranno più adatte alle vostre esigenze,solo la natura rimarra intatta,nonostante i mutamenti ,continuerà a moltiplicarsi e sorgeranno nuove specie animali e vegetali dalle quali riceverete aiuto e alle quali porterete rispetto.
Noi siamo a conoscenza del vostro futuro per questo vi diciamo non abbiate paura poiché dal caos nascerà armonia. Saprete risorgere e coesistere nel vostro ecosistema senza più danneggiamenti. Abbiate speranza non temete la terra non si distruggerà ma muterà e voi con essa. Gli uomini evolveranno le loro conoscenze e la tecnologia non sarà piu al servizio e al guadagno di pochi ma sarà a beneficio per tutti.
Attraverso le nuove doti che svilupperete riuscirete a comunicare anche con specie non umane,le piante saranno vostre amiche e attraverso la comunicazione e la contemplazione con esse vi trasmetteranno la guarigione fisica.
Sembra che vi stia parlando d una vita meravigliosa ed io vi dico che se saprete affrontare il cambiamento con saggezza questo è il mondo che vi attende.
Prima che ciò avvenga è necessario che molti vadano via e smettano di inquinare i cuori degli altri con falsità e cattiverie. Il mondo intero non avrà pietà per chi ostacolerà il processo.
Non vi sarà facile abbandonare i vecchi schemi di pensiero e di azione ma come vi ho già detto molti sono e saranno istruiti per questo.
I potenti della terra cercheranno di ostacolare il cambiamento per non soccombere dando inizio ad una forte repressione e manipolazione del pensiero collettivo attraverso i mezzi di informazione e le forze militari
Ma non riusciranno a fermare l’uomo nuovo che avanza libero dalle catene della paura dell’oltre.
La consapevolezza che la morte è solo un cambiamento vibrazionale renderà liberi e in grado di difendere questa vita.
Solo colui che è libero dalla paura della morte può morire per difendere la vita.
Ripeto non abbiate paura la vita e la morte sono solo due dimensioni differenti ripeto abbiate fede.
28 11 2012
Umani ci stiamo avvicinando sempre di più a voi e la possibilità di interagire con voi per darvi nuove consapevolezze aumenta ogni qualvolta ci avviciniamo. Non dovete temerci noi siamo in pace noi siamo pace. La nostra è una missione di pace, la nostra è una missione di aiuto.
Non possiamo svelarci del tutto poiché la vostra indole e cultura non è pronta ad accoglierci,
veniamo visti come minacce ma vi assicuro che solo bene scaturirà da noi nei vostri confronti.
Molte volte siamo stati sulla terra, alle volte vi abbiamo aiutati a governare in alcune parti del mondo, per voi sono passati migliaia di anni da quando abbiamo dato vita alle più grandi civiltà come l’Egitto luogo ancora di grande potere esoterico e dove sono sepolti alcuni di noi che non sono riusciti ad adattarsi al vostro mondo ma che lo amavano tanto che hanno preferito restare anziché andare via e salvarsi.
Noi abbiamo altre misure di tempo, esso per noi non è lineare ma passato presente e futuro coesistono
Contemporaneamente.
questa concezione del tempo tra qualche decennio riuscirete a svilupparla anche voi e ciò vi sarà di grande aiuto poiché ogni qualvolta lo desidererete potrete viaggiare nello spazio temporale per riattingere e superare antiche esperienze.
Tra non molti giorni così come è il vostro tempo saremo visibili a molti creeremo dei ponti di contatto telepatiche vi aiuteranno a non avere paura, tremerà solo chi è sordo alle nostre sollecitazioni.
Questi messaggi sono percepiti da 23 persone in tutta la terra, disuguali per cultura sesso e lavoro, ma con cuore e terzo occhio aperti.
Grazie a coloro che canalizzano i nostri messaggi molti riusciranno a non spaventarsi di noi poiché ciò che viene comunicato diverrà presto dominio di tutti.
La nostra struttura fisica è molto simile alla vostra e ciò agevolerà i nostri contatti
Ripeto non abbiate paura
29 11 2012
Umani siamo qui per voi per portare pace e speranza, non avete nulla da temere veniamo in pace e siamo pace.
Attraversando le barriere che ci dividono abbiamo mutato la nostra struttura cellulare per riuscire a sopravvivere sul vostro pianeta e poter interagire con voi.
Molti di noi sono già stati sul vostro pianeta, molte delle scoperte sono state indirizzate da noi.
Abbiamo vissuto con voi in tempi molto remoti, sin dagli albori della vostra civiltà.
Eravate un pianeta selvaggio e magnifico, ma molto pericoloso per voi umani, insieme abbiamo lottato per sopravvivere e crescere modificando e rendendo sempre più elevata la vostra intelligenza.
Nell’arco dei millenni avete avuto una crescita elevata sui piani fisico e intellettivo trascurando sempre più l’anima.
Ora è arrivato il momento di risvegliare ciò che in voi è sopito.
Risvegliare l’anima significa iniziare a dare ascolto al cuore ed agire in funzione di esso.
Perché ciò avvenga in massa si dovranno verificare accadimenti che vi porteranno al limite della ragione.
Quando tutto ciò avverrà sarete pronti al risveglio, non abbiate paura.
La paura è un sentimento insidioso, penetra nella mente e piano piano invade tutte le cellule.
Senza paura non avranno motivo di esistere né violenze né sopraffazioni e sarà l’inizio di un nuovo modo di vivere.
Allargare il livello di percezione significa anche entrare nel campo aurico degli altri umani e portare conforto semplicemente essendoci.
Le parole non saranno più indispensabili per comprendere gli altri.
Mostratevi per ciò che siete già da ora e vedrete innescare il cambiamento ancora prima che sia giunto il mutamento globale. Entrerete così in possesso della massima delle virtù che avrà l’uomo nuovo ovvero la sincerità dell’essere.
Ricordate sempre non abbiate paura, nulla viene mai distrutto e nulla è immutabile.
Dalla mutazione scaturiscono nuove forme e nuovi elementi.
Molti cambiamenti di visione delle leggi della fisica in effetti dipenderanno semplicemente dalle vostre menti che saranno più aperte alla comprensione.
La fisica si mescolerà con la religione.
Attraverso lo studio della fisica e della matematica soddisferete le menti e vi avvicinerete sempre più al concetto di assoluto ,concetto per il momento per voi impossibile da comprendere.
Lo studio delle antiche lingue sarà ripreso, elaborato e trasformato in linguaggio globale.
Esso è suono magico e da esso scaturiranno vibrazioni che eleveranno continuamente la vostra coscienza,
parlare diverrà un massaggio per l’anima.
30 11 2012
Umani siamo qui per portare pace e speranza al popolo della terra, in noi troverete la saggezza che vi porterà a recuperare tutto quello che sembrava perso.
Ritroverete tramite noi le antiche tradizioni che aiutavano l’uomo a collegarsi con le divinità.
Ciò che ora sembra arcaico tornerà ad essere e comprenderete il vero valore dei rituali, cosa che ormai avete dimenticato.
Scoprirete nuovamente il vero valore del fuoco, degli aromi e di tutte quelle simbologie che avete perso.
Attraverso di loro e attraverso i suoni riscoprirete la risonanza che essi hanno con le vibrazioni del vostro corpo. Il potere purificatore del fuoco ,la capacità che ha tramite il calore di modificare s strutture fisiche e chimiche, farà in modo che voi, ognuno di voi, riesca a manipolare gli elementi e utilizzarli per i propri scopi. La vibrazione del suono, entrando in risonanza con il vostro sistema energetico potrà portare guarigione ai vostri corpi ed elevazione spirituale, così come i profumi.
Tutto questo sarà nel vostro futuro .
Ritrovando la memoria ritroverete la capacità di creare attraverso simboli la comunione e la comunicazione con dio e con esseri superiori, attraverso di essi viaggerete nel tempo e nello spazio.
Essi vi saranno donati a seconda della vostra elevazione spirituale da operatori di luce che lavorano già sulla terra e che saranno i portatori di queste memorie e saggezze.
Attingere alla memoria collettiva degli abitanti della terra in epoche antiche e fiorenti vi riporterà al rispetto degli elementi.
Il cielo la terra l’aria e l’acqua torneranno ad essere rispettati come Dei viventi poiché è da loro che vi è data la sopravvivenza.
Imparerete la vera potenza dei numeri e ad utilizzarli per raggiungere la soluzione di enigmi altrimenti impossibili da risolvere.
Madre terra non vi abbandonerà ,continuerà a prendersi cura di voi. Non abbiate paura.
Ciò che vedrete nel prossimo futuro vi porterà caos nella mente, ma col tempo tutto prenderà la sua collocazione.
Ora è difficile per voi credere ad un simile cambiamento, ma io vi dico che è ciò che avverrà.
Ci vorrà del tempo, ma non molto, tanti parteciperanno attivamente al cambiamento e assisteranno al raggiungimento dall’altro lato del velo dopo che questi si sarà richiuso per lasciare ognuno nella propria dimensione.
I confini della terra muteranno portando cambiamenti iniziali a tutti voi.
Non abbiate paura non durerà a lungo e se saprete aiutarvi non ci saranno grandi problemi.
Emergeranno nuove terre, sgorgheranno nuovi fiumi,il pianeta si rigenererà.
Non vedetelo come negativo, sappiate che il rinnovamento sarà su tutto il creato.
01 12 2012
Umani abbiamo attraversato intere galassie per portare la missione di pace fino a voi per questo vi dico non abbiate paura.
Vi siete mai chiesti quale meraviglia di organizzazione sincronica esiste nel vostro corpo e in tutte le materie viventi? Osservatevi con grande attenzione, scendete all’interno del vostro corpo.
Ogni cellula lavora in sintonia con le cellule vicine e insieme creano un organo che a sua volta è collegato con un altro organo e tutti insieme un organismo perfetto.
Ora immaginate la terra dove ogni abitante coopera con gli altri per la creazione di un pianeta perfetto, immagina e immagina l’armonia di vita che ne scaturirebbe.
Ricordate volere è potere e se sarete in tanti a volere ciò diverrà realtà tutto ciò può iniziare adesso non bisogna attendere che i cambiamenti impongano ciò. Rispettatevi e amatevi. Dal rispetto nasce un nuovo modo di stare insieme . rispettate anche chi non vi rispetta il vostro esempio sarà da monito.
2 12 2012
Umani stiamo giungendo da voi per una missione di pace porteremo fede e speranza nei vostri cuori e nelle vostre menti . la dove esiste la difficoltà a percepire il cambiamento non potremmo intervenire. Questi scritti da divulgare serviranno a questo. Vi tranquillizzeranno su ciò che deve accadere e vi daranno di noi una visione differente da quelle che scrittori o registi hanno voluto dare di noi. Non abbiate paura noi veniamo in pace e siamo pace. Avete fantasticato molto su di noi e non sarà facile sradicare la paura e la diffidenza, ma alla fine molti capiranno che la cooperazione con noi sarà fruttuosa e vi aiuterà a riorganizzare il sistema sociale che andrà ad annientarsi sia per i troppi problemi che i creeranno sul piano geologico sia per inettitudine di chi vi governa. Sorgeranno tante piccole comunità autonome che opporranno grosse resistenze a riallacciarsi a schemi più ampi governate da legge inique e inadeguate. Ci vorrà tempo prima che ritorniate ad essere governati da qualcuno non scelto direttamente dai membri della comunità tutto l’assetto politico sarà distrutto poiché considerato distruttivo dal momento che ognuno di voi avrà sviluppato la capacità di comprendere l’altro con l’intuito non potrà più esserci corruzione o menzogna. Ognuno svilupperà i propri talenti e li metterà in pratica per il bene collettivo. Per un certo periodo scomparirà l’uso del denaro che non avrà più valore, il baratto prenderà il sopravvento o in alcune comunità la condivisione totale di tutto ciò abbisogna al sostentamento. Madre terra DOPO AVER RIASSESTATO IL SUO ECOSISTEME Sarà MOLTO GENEROSA CON VOI. NOI SAREMO CON VOI PER ISTRUIRVI AD UTILIZZARE le vostre potenzialità. Avrete controllo sul vostro corpo e sulla vostra mente e entrambe saranno governate dall’anima che si avvicinerà sempre più al divino.
3, 12, 2012
Umani stiamo arrivando per una missione di pace non abbiate paura. La vostra struttura è troppo rigida dovete abbandonare gli schemi e cercare di vedere la vita con più leggerezza. Si creeranno dei punti di luce tra noi e voi, ma se siete chiusi alle recezione nulla può giovarvi, ma con alcuni preparati già da tempo, possiamo comunicare. In attesa del nostro arrivo saranno loro a comunicare con voi e spingervi ad un lavoro sempre più ampio e profondo. Esistono forze che cercheranno di ostacolare la venuta della luce con inganni e ostacoli. Ricordatevi che tutto è effimero, non premettete alle preoccupazioni inutili di ostacolare la discesa della luce su di voi. Cercate sempre di avere un punto luce con voi e di onorare la vostra anima le vostre divinità con preghiere di ringraziamento e invocazione per la discesa degli esseri di luce. Pregate per i vostri defunti poiché sono in grande agitazione, non sanno come proteggervi da forze che hanno oltrepassato il velo per crearvi disturbo. L’intera terra è in costante agitazione per interferenza venute dall’aldilà. Non abbiate paura, mantenete costantemente l’anima e il corpo puliti esse entrano attraverso la sporcizia del corpo e il disordine della mente. Abbiate estrema cura di ciò che il vostro corpo mangia, cominciate a rifiutare cibi rarefatti e preparatevi da soli il vostro pasto meno saranno elaborati i cibi che mangerete più la vostra salute ne guadagnerà. Un’alimentazione senza VIOLENZA non può fare che del bene al vostro corpo. Le vostre cellule sono in grado di risanarsi ma ciò può avvenire solo se ad esse date i giusti pensieri e i giusti cibi. Tra pochi giorni sarà il 21 dicembre, rimarrete delusi se vi spetterete un cambiamento visibile e repentino, ma vidi che esso segna la data di un nuovo inizio, una nuova epoca e come sapete bene non può entrare il nuovo se non si distrugge il vecchio. Contemporaneamente a noi discenderanno anche forze oscure di grande potenza, ma ricordate che se non date il permesso nulla può penetrare in voi, quindi siate sempre ben saldi nei vostri principi morali e non trascurate mai la preghiera del cuore. Riempite le vostre case di piante e bruciate incensi per purificare gli ambienti. Non voglio spaventarvi ma siate sempre vigili e con il cuore pulito e vedrete che nulla vi accadrà. Non reagite alle provocazioni e alla violenza degli altri il vostro modello non deve alterarsi nulla di ciò che è esterno a voi deve modificare né i vostri ritmi ne i vostri pensieri. Ogni sera sdraiatati sul dorso dopo aver ringrazialo Dio per i doni ricevuti durante la giornata cercate di ricreare un punto luce al centro della fronte e da esso scaturiranno lunghi filamenti filati che creeranno contatti con noi e con altri umani simili di intendo. Da questo scoprirete molte cose che non posso dirvi. Ripeto ancora non abbiate paura noi portiamo pace noi siamo pace.
4, 12 20’12
Umani stiamo giungendo a voi in missione di pace portiamo pace siamo pace . non abbiate paura anche se il mondo vi sembra ostile mantenete sempre alto il vostro potere di cervi in voi stessi e spersonalizzarvi. La vita va affrontata con la dovuta serietà ma anche con la leggerezza che solo la consapevolezza che tutto è effimero tranne ciò che siete realmente. Troverete dentro di voi tutte le risposte che cercate se solo vi interrogherete con sincerità. All’interno di voi coesistono spesso non armonicamente le due polarità che contraddistinguono tutte le cose. L’equilibrio tra esse è il raggiungimento dell’armonia. Solo nell’equilibrio l’armonia può trovare espansione per domare tutto ciò che intorno è squilibrio. La consapevolezza e la sincerità la potrete sviluppare attraverso pratiche meditative che vi possono distaccare dal vostro piccolo ego e calarvi nell’assoluto senza tempo né spazio dover poter osservare la vostra vita senza gli schemi della ragioni. Potrete così perdonare e perdonarvi divenire liberi e meravigliosi nella vostra essenza di uomini. Sappiatevi amare e sappiate amare. Questa è la vera essenza della vita tutto il resto è solo contorno solo attraverso l’amore vi congiungete con dio. Sentimenti come l’odio il rancore e la vendetta vi portano ad un’esistenza piena di buio e di catene all’interno della quale divenite prede di entità che vi porteranno allo squilibrio e alla distruzione del corpo e dell’anima che non avendo più equilibrio si ammalerà e sarà incline alla follia generando dolore e ribrezzo di chi verrà al cospetto. Liberarsi da questa dimensione sarà molto difficile poiché le oscurità e le carature che vivono in essa si cibano di voi e non vorranno abbandonare il loro pasto. Nel viver saggiamente troverete quindi conforto e protezione. Non abbandonate il discernimento poiché esso vi protegge dagli inganni. In questo periodo molte entità oscure troveranno breccia nella vostra paura e rabbia per questo è così importante la consapevolezza dell’esistenza dell’anima eterna fatta di luce vi ripeto quindi non abbiate paura noi siamo con voi per aiutarvi a liberarvi dalle paure che questo periodo vi genera e genererà. Non temete questo è il periodo della mutazione.
5 12 2012
Umani stiamo arrivando da voi in missione di pace portiamo pace siamo pace.
Allorquando la fiducia verso la divinità diminuisce si creano gravi squilibri.
Non siete più in grado di comunicare con Dio e con i suoi messaggeri e questo fa in modo che essi non possano soccorrervi .
Riprendete la strada della preghiera e dell’invocazione essa è importante ,molto più di quanto possiate immaginare. Se non chiedete non avrete poiché il libero arbitrio è fondamentale e nessun essere di luce verrà mai in accanto a voi per aiutarvi e confortarvi se voi non lo invocherete.
6 12 2012
Umani noi siamo in missione di pace portiamo pace siamo pace
Non abbiate paura! Che tremi l’empio! Coloro che ascolteranno i messaggi del cielo saranno coloro che non tremeranno davanti agi accadimenti.
Molte volte ciò che sta capitando ora sulla terra è accaduto ed ogni volta l’uomo è progredito nella sua evoluzione. Vi ripetiamo non finirà il mondo ma solo il periodo della cecità e della falsità.
Gli antichi popoli cercavano di tenere tranquille le loro divinità con doni e sacrifici,voi donate il vostro cuore a Dio e alla luce e tutto sembrerà più leggero.
Emergeranno nuove terre così come il mare ne sommergerà altre,ma non temete sarà un processo lento, avrete il tempo di organizzarvi.
Abbiate il coraggio ora di abbandonare l’effimero poiché i beni materiali vi ancorano ad una vita statica senza movimento e vi mantengono nella paura di perdere ciò che ritenete di possedere.
Ricordatevi sempre che Dio ha creato la terra perché l’uomo potesse viverci libero.
Avete voi col vostro concetto di proprietà distrutto tutti i diritti di libertà dell’uomo allorché avete iniziato a recintare i campi e a murare le vostre abitazioni,ma ciò è contro natura poiché l’uomo è un essere comunitario ed ha bisogno degli altri per sopravvivere così come avete bisogno degli animali e delle piante. l’abbattimento degli scemi di proprietà vi farà ritrovare l’unione ed il rispetto verso tutto ciò che vi circonda.
Attraverso le nostre comunicazioni potrete iniziare a prepararvi al periodo buio che vi attende con la consapevolezza che non siete responsabili di quanto accadrà a madre terra poiché tutto fa parte del ciclo delle ere,e che da tutto ciò scaturirà la rinascita morale intellettuale e scientifica dell’umanità intera che sviluppando nuove doti e nuove capacità sarà in grado di creare una nuova realtà che soddisferà la sua anima e lo riporterà nell’unione con Dio.
Lasciatevi alle spalle tutto quello che non vi serve.
Le antiche ferite,le nuove ferite ,non date più peso ad esse,ma andate sempre avanti,vivete il momento che la vita vi offre e vedrete che con il rispetto e l’armonia che creerete diverrete cocreatori di un nuovo e migliore mondo terreno.
Non abbiate paura e ricordate sempre che il cuore puro e la preghiera sono le armi più potenti abbia a disposizione per difendersi da ciò che potrebbe ostacolare la sua crescita.
Anche in epoche passate la storia dell’uomo è costellata di eventi meteorologici e geologici che hanno mutato repentinamente tutte le popolazioni della terra.
Non è una punizione divina ve lo ripeto è semplicemente così
10 12 2012
Umani la nostra è una missione di pace veniamo in pace e siamo pace
Oltre quel sottile velo che separa voi da esseri disincarnati vi sono dimensioni che voi conoscerete vostro malgrado,il regno dei morti e dei vivi impareranno a comunicare con grande semplicità.
Essi vi sono accanto ,ma non riescono a stabilire contatti aperti con voi per la vostra chiusura e paura.
Mostreremo a tutti voi come poter comunicare con loro senza difficoltà,loro saranno in grado di fornirvi tutte le risposte che cercate inoltre vi mostreranno che la morte è solo un cambiamento di stadio e che non dovete aver paura di abbandonare il vostro corpo fisico e le cose materiali di cui vi circondate e che pensate abbiano un valore.
I vostri governanti faranno di tutto per bloccare il vostro progresso energetico e fra non molto e fra non molto inizierà la menzogna la diffamazione e poi la repressione,abbiate fede e continuate a percorrere il sentiero che vi viene indicato ,non sbaglierete e sarete tra coloro che parteciperanno vittoriosi al cambiamento. Ripeto non abbiate paura e nulla di male vi accadrà.
11 12 2012
Umani veniamo in missione di pace portiamo pace siamo pace.
Allontanatevi da ciò che vi tiene bloccati nel passato,non vi serve più; abbandonate i vecchi scemi di comprensione ,il mondo stà velocemente cambiando sia nel suo assetto che nel suo magnetismo.
Abbiamo già detto che le vibrazioni di vostra madre terra sono in mutazione e i vostri corpi devono alleggerirsi energeticamente per potersi adattare e poter sopravvivere nel prossimo futuro evitando malattie che altrimenti insorgeranno nel vostro organismo.
Molti bambini hanno già una vibrazione differente da quella degli adulti e questo garantirà una grossa percentuale di sopravvivenza nel vostro pianeta.
Chi lavorerà per l’evoluzione,chi ascolterà ciò che vi stiamo consigliando di fare sarà colui che risorgerà a nuova vita e collaborerà per il nuovo mondo
La fisica la chimica e la filosofia saranno le scienze che vi aiuteranno a comprendere il cambiamento ,stiamo istruendo uomini in grado di elaborare nuovi concetti e nuove teorie di vita che permetteranno anche agli scettici di comprendere cosa sta avvenendo in voi.
Abbiate cura di ciò che apprenderete poiché in essa vi sarà la sapienza dell’intera umanità.
Le scienze mediche non avranno più motivo di esistere ,ognuno diverrà medico di se stesso attraverso l’intuito e la capacità di interagire con la natura intera.
Amatevi abbracciatevi,fate in modo che sparisca la solitudine e la paura,che nessuno tremi più solitario,interagite sempre di più tra voi è importantissimo questo,uniti diverrete sempre più forti e determinati nel percorso di crescita.
Iniziate a creare gruppi di discussione e di scambi energetici,vi aiuteranno e in molti casi saranno la salvezza,ma sappiate sempre rispettare le scelte di chiunque,anche di chi si ostinerà a restare ancorato nei vecchi modelli di vita. Noi vi saremo sempre accanto e cercheremo di aiutarvi,ricordate sempre non abbiate paura non siete soli.
12 12 2012
Umani siamo in missione di pace portiamo pace siamo pace
La sopraffazione che avviene tra voi in cui il più potente cerca di rendere schiavo il più debole è dettata da leggi malefiche che vogliono che tra di voi esistano differenze non legate alle capacità individuali ma all’avere. Nel vostro mondo chi più ha crede di avere anche più diritti. Svegliatevi,non è così,ogni uomo è uguale dinanzi a Dio ed Egli non ammette che i suoi figli siano discriminati.
Da ciò scaturirà ,nel momento in cui ognuno dovrà lottare per la sua sopravvivenza ,la consapevolezza di aver impiegato un’intera vita a rincorrere il nulla. L’avere non avrà più alcun senso ,difronte alle macerie ognuno è uguale e lì se reagirà con umiltà e generosità subentrerà il riscatto,ognuno potrà modificare la sua visione di vita e iniziare un nuovo percorso in cui ognuno in egual misura metterà in comune le proprie maestrie e i propri averi.
Non abbiate paura noi siamo accanto a voi per guidarvi e aiutarvi su tutti i piani .Non permetteremo alle forze distruttive del male di distruggere ciò che sta già risorgendo. Aprite i vostri cuori ,dedicate del tempo alla meditazione e alla cooperazione tra voi. L’indignazione che in molti di voi è insorta diverrà sempre di più estesa ad un numero maggiore di persone e vi porterà a lottare sempre più per le ingiustizie che colpiscono sia le figure più deboli come i bambini gli anziani e le donne sia popolazioni intere che popoli più potenti e ricchi hanno depredato dei loro beni e delle loro tradizioni per annientare le loro potenti culture
Esse ,per ora sconvolte da lotte intestine ,troveranno il coraggio di ribellarsi e riprendere la loro dignità,le ricchezze che il loro territorio offre e le loro tradizioni che li avvicinavano a Dio e a noi con grande umiltà e semplicità.
Pregate e amatevi,sono le armi più potenti per la rivoluzione dei popoli.
Pregate e amatevi e non abbiate paura ,noi siamo qui per guidarvi e sostenervi.
13 12 2012
Umani siamo in missione di pace veniamo in pace siamo pace
Scaturirà dall’interno di voi la volontà di modificare tutto quello che crea caos disordine e dolore.
Nel momento in cui ciò avverrà ni saremo pronti ad aiutarvi cercando di sedare la violenza che potrebbe oscurare il giusto sentiero.

I

ho letto il libro con grande curiosità. Mi è piaciuta l’inventiva e il tenace lavoro di cucitura degli eventi di fantapolitica. Meno la presentazione di stampo troppo egocentrico e autoreferenziale. Peccato perché la letteratura di questo tipo, che in parte ricorda La Grande Giò, del 1986 di Alberto Bevilacqua avrebbe necessità di essere discussa con la più semplice maniera possibile, senza tanti fronzoli che ne scarnificano la genuinità. Sembra Pastorini sia passato dai racconti del camino redatti dalla memoria dei cicli temporali alle previsioni cosmiche del tempo digitale senza passare dall’osmosi storica che definisce le informazioni contenute nel testo con le consistenze linguistiche della vita collettiva. Si ritrovano incatenamenti espressi con il contenimento della rabbia intellettuale, ma sfogati poi nella presentazione con volumi e toni che a volte riflettono lo stile dei comizi politici. Personalmente consiglio una comparazione efficiente con Lo storico Angelo Del Boca (1925), ex partigiano, narratore e saggista esperto di colonialismo italiano che pubblica “Italiani, brava gente?”. Qui si esamina la storia d’Italia, dalla guerra al brigantaggio alla Seconda Guerra Mondiale; scopo del gioco è demolire il falso mito della bontà degli italiani, nato all’epoca delle prime guerre coloniali (1885), mostrando quanto brutali siano stati i nostri compatrioti in diversi frangenti della nostra storia. L’impostazione dell’ingegnere Pastorini sembra invece voler dare una misura contraria dell’italianità considerata come produttrice di geni che nessuno conosce o riconosce se non per comodità di potere politico incarnato dai Becchini e combattuto dai Miliziani che alla fine, come per la battaglia di Salamina, grazie ad un escamotage dovuto alla bramosia materialistica dei politici, vincono e riscattano l’Italia. Interessante il certosino lavoro di costruzione letteraria, meno la presentazione.

FRONTIERE CRITICHE
Francesco D’Episcopo
Essere oggi critici, d’arte o di altre discipline, significa soprattutto confrontarsi con i testi e contesti, con gli autori, con la loro capacità di proporsi (o riproporsi) all’interno di spazi sempre più isolati e separati. Isole, che stentano, e talvolta non vogliono, diventare arcipelago. Lo stato della cultura appare sempre più segnato da personalismi spietati o da gruppi chiusi, sempre meno numerosi rispetto al passato, che ostentano una idolatra preservazione dei propri principi. Sembrano ormai tramontati i tempi epici di rivoluzionarie Scapigliature artistiche, letterarie, come quella che, nella prima metà del Novecento, costrinse artisti, scrittori a “discendere al Nord”, per usare una paradossale espressione di Salvatore Quasimodo, a incontrarsi, a frequentarsi, a scambiarsi esperienze per costruire una comune civiltà culturale, favorita peraltro anche dall’impegno concreto di illuminate strutture industriali: basti pensare, per tutte, a quella di Adriano Olivetti. Gli scrittori hanno così spesso avuto per maestri personalità in avanscoperta in ambiti diversi, destinati a dare un segno nuovo e radicale alla loro vita: un esempio per tutti, Alfonso Gatto, poeta, ed Edoardo Persico, architetto e teorico dell’architettura moderna, due meridionali strapiantati al Nord, costretti ad incontrarsi al Nord. Ma gli esempi potrebbero agevolmente moltiplicarsi ed investire la collaborazione, la simbiosi organicamente disorganica, ma metafisicamente produttiva, che si venne ad instaurare tra mondi solo apparentemente distanti e realmente protesi a condividere esperienze, estremamente creative e critiche, in ambito nazionale ed europeo ed internazionale in senso lato. Tutto nasceva da quel fare insieme, che si prestava solo in una fase successiva ad una teorizzazione sul sistema delle arti, e questo consentiva di abbattere steccati, divisioni, ad esempio, tra la stessa critica accademica e militante, favorendo incontri e innesti determinanti per la storia non solo dell’arte, ma delle culture in senso lato.
La situazione appare oggi molto più disgregata e, talvolta, addirittura polverizzata, personalistica, come si è detto, o ossessivamente raggruppata in circoli non sempre contestualizzati con la realtà storica e sociale circostante, in un universo globale e multimediale onnivoro, manipolato abilmente da forze occulte. Tutto ciò che dovrebbe apparire più agevole e comune, in realtà appare più difficile ed isolato, per una complessità concreta, collegata al rapporto umano e solidale e alla indispensabilità, sempre più impellente, di correlare i dati, le notizie, le acquisizioni critiche con continuità, con durevolezza, per salvare l’arte dalla spettacolarità di un evento, destinato a consumarsi nel breve tempo di una mostra, e a non garantire quella durata, che l’arte invece richiede come garanzia autentica del proprio, autonomo successo.
E la critica? Dopo tante teorizzazioni e sperimentazioni, che hanno spesso assunto autori ed opere a pre-testi di personali o collegiali elucubrazioni, si avverte, più che mai, il bisogno di recuperare storicamente il tempo perduto o semplicemente smarrito, per tornare alle fonti, alle sorgenti del sapere, alla cronaca del fare quotidiano e della storia che rimane. Le vite non potranno mai passare di moda perché sono la nostra irrinunciabile filologia, il filo d’Arianna da seguire per non perdersi nel labirinto ed essere divorati dal mostro di una riscrittura artificiale e compiaciuta. Difendere le ragioni della storia e della natura, proprio nel momento in cui la si riscrive, significa esorcizzare quei neodecadentismi sempre all’erta, che rischiano di minare alle radici un autentico, affabile colloquio tra arte e altre culture e società diverse, disposte ad accoglierla come linfa creativa ma anche come coscienza critica. Quanto tempo è stato forse perduto nel creare nuove teorie mentre artisti ed opere del passato, del presente, del futuro attendevano, alla maniera del celebre dramma pirandelliano, un autore che potesse dare loro un volto, una voce, liberandoli, progressivamente e scientificamente, da quella maschera che una critica, talvolta meccanicamente ripetitiva, aveva ad essi attribuita.
La geografia e la storia dell’arte, come quella di ogni disciplina, non possono essere disinvoltamente bandite o tradite, in nome di interessi personali o di gruppo sommersi o scoperti. Occorre, a tutti i costi, rimboccarsi le maniche e tornare in biblioteca a studiare, a ricercare, per incontri sempre più ravvicinati e autorizzati con la vita, che dall’arte invoca lo spazio privilegiato e pubblico di comprensione e amore profondo, che altrimenti scivolerebbe dalle mani come tanti granelli di sabbia, risucchiati dal ritmo alterno delle maree e delle risacche.
Filologia e storia hanno costituito l’imperativo categorico dei nostri maestri, forse invaghiti di un orizzonte ermeneutico troppo limitato dai propri strumenti e, come tale, poco disposto a concedere spazio ad altri, pur preziosi sostegni, supporti, sbocchi. Solo alimentando una dialettica sempre più avida ed aperta, seria, serena, spregiudicata nei progetti, nei fini, ma soprattutto in quel fare comune, che si evocava all’inizio, sarà possibile schiudere nuove frontiere ad un’arte, una critica, complesse, consapevoli, certamente, ma anche capaci di comunicare di nuovo in forma umanamente confortevole.
L’arte chiede di essere vista, vissuta all’interno di un contesto non separato ed interessato. Essa vuole essere amata, capita come una compagna fedele del nostro cammino. Non rinchiudiamola mai nei sottofondi della nostra società, nel letargo biblico di strutture non sempre efficienti, perché non animate da quel sacro furore che accompagna sempre l’artista nel momento della creazione. Ripristiniamo un corretto incontro tra arte e società, recuperando mancate occasioni di crescita comune, dovute ad un falsato innesto tra arte, economia, politica culturale, non sempre avveduta nel cogliere le possibilità di investimento di un inalienabile bene comune.
Il mondo sentirà sempre più il bisogno di artisti e scrittori, con i quali condividere l’incerto destino del nuovo Millennio; con essi soprattutto tenterà di dialogare, senza infingimenti, per scoprire le radici di quell’antropologia del quotidiano, di cui l’arte si è fatta da sempre interprete e testimone. Il critico, pienamente consapevole di questa ferma esigenza di comprensione e condivisione, non potrà esimersi dal compito di essere medium, tramite naturale del processo di riappropriazione di una identità, ritenuta indispensabile per vivere. (Francesco D’Episcopo)

https://www.youtube.com/watch?v=1q52gOhz8gU

watch?v=1q52gOhz8gU

http://www.forchecaudine.com/it/news.php?c=18&s=44&a=3268

Presentazione libraria: “L’uomo che fondeva le campane”
Le campane, simbolo della cristianità che unisce popoli e culture. Con una storia millenaria che parte dall’Italia e tocca tutto il Pianeta. E’ quella della Ponteficia Fonderia Marinelli di Agnone (Isernia), nel Molise, la seconda azienda più antica del mondo. Da oltre mille anni fonde celebri campane presenti in ogni angolo del mondo. Un libro ne percorre la storia, raccontando concerti che oltrepassano ogni confine: Addis Abeba, Antille, Cracovia, Gerusalemme, Hiroshima, Macau, Manila, Maracaibo, Montpellier, Mozambico, Pechino, Seul, Tokyo. Facendo dialogare persone e linguaggi, memorie e tradizioni, luoghi dell’anima e sentimenti. Momenti indimenticabili, incisi nel bronzo e nel cuore, che hanno nella famiglia Marinelli il fil-rouge di un racconto multietnico: i viaggi dei Pontefici, le biografie dei protagonisti della spiritualità, gli incontri nei più importanti santuari internazionali, tra cui, in Italia, quelli di Pompei, Montecassino e San Giovanni Rotondo.
Un omaggio alla storia di Pasquale Marinelli che, nella sua vita, ha continuato con passione la millenaria tradizione della famiglia: la fusione delle campane in Agnone nel Molise, un’arte singolare, tramandata da padre in figlio. La figlia Gioconda, come se fosse ancora vivo, continua a dialogare con lui.
L’AUTRICE
Gioconda Marinelli, nata ad Agnone, nel Molise, vive e lavora a Napoli.
Naturalista e biologa, scrittrice e giornalista, collabora con il quotidiano «Il Mattino», con la rivista «Musical!» e con il notiziario on line di cultura e spettacolo «Enneti».
Ha scritto libri di poesie, tra cui ricordiamo Fusione di frammenti, con prefazione di Maria Luisa Spaziani (Marotta, 1994) e Canto e tre voci, con Maria Orsini Natale e Anna Maria Liberatore (Avagliano, 1999). Ha pubblicato diverse biografie di artisti: Dal Trianon al Sannazaro. Luisa Conte con il teatro dell’anima (Gallina, 1996); Tina Pica (Gallina, 1999); con Pietro Gargano Mirna Doris. Regina e Reginella. Una grande voce a difesa della canzone napoletana (Gallina, 2002) e Mario Lanza. La leggenda. Filignano non dimentica (Magmata, 2005). Con Katia Ricciarelli Altro di me non saprei narrare (Aliberti, 2008). Con Angela Matassa Dacia Maraini in scena con Marianna, Veronica, Camille e le altre (Ianieri, 2008); Sandra Milo. La mia dolce vita e Miranda Martino. 70 ottimo stato, entrambi editi per le Edizioni del Delfino, (2004), e alcuni testi teatrali (Bel-Ami, 2012). Ha firmato due lunghe interviste, una a Michele Prisco, Una vita per il romanzo (Edizioni del Delfino, 1998) e una a Maria Orsini Natale, Il girasole della memoria (Avagliano, 2009) e tre libri con Dacia Maraini: Dizionarietto quotidiano (Bompiani, 1997), Dentro le parole (Marlin, 2005) e Dacia Maraini in cucina (Marlin, 2007).
Ha curato il volume Il tempo dei ricordi, una raccolta di racconti del padre Pasquale (Colonnese, 2000), con prefazione di Dacia Maraini.
PROGRAMMA
Saluti di Alberta De Lisio (direttore Servizio Avvocatura Regione Molise), Emilia Petrollini (direttore Servizio Enti Locali e Polizia Locale Regione Molise).
A discuterne con l’autrice: Antonio Picariello, critico d’arte e conferenziere; Maria Stella Rossi, scrittrice e giornalista. Letture sceniche di Barbara Amodio.
Modera: Giampiero Castellotti (giornalista, presidente associazione “Forche Caudine”).

Pagina successiva »